Non solo nelle Favole

Io dico sempre a tutti coloro che durante un’escursione mi chiedono informazioni sul lupo relativamente alla sua potenziale aggressività  verso l’uomo, riguardo il suo comportamento in natura o la possibilità di incontrarlo o vederlo anche da distante, rispondo molto semplicemente dicendo che ” da oltre 40 anni che frequento la montagna in tutte le sue forme, non ho mai visto o incontrato il Lupo … ma sicuramente Lui ha visto me ” .

A questo punto si innesca in diverse persone una sorta di dubbio o diffidenza alla quale prima non avevano mai pensato, in considerazione proprio sulla possibilità di avere un incontro di questo tipo e soprattutto su come comportarsi di conseguenza.

Da parte di alcuni, nasce una sorta di paura inconscia nel momento stesso che parlo della quasi certezza che se noi non lo abbiamo mai visto, Lui ha visto noi.

Io la ritengo una fortuna aver avuto in questi ultimi tre anni 4 occasioni di incontrarlo e poter vedere e capire il suo comportamento in situazioni diverse. Solamente una volta ho potuto scattare delle foto, ma il solo fatto di averlo potuto osservare mi ha regalato emozioni straordinarie.

Mi trovavo una mattina nel solito posto dove mi reco solitamente per monitorare Avifauna e altre specie, quando vedo venire verso di me una persona che avevo conosciuto in agosto durante una mostra fotografica che avevo allestito in Valle Maira.

Ciao come va, dove stai andando di bello, mah, risponde Lui, pensavo di andare fino al “Colle”, gli rispondo: mah guarda io sono già salito da quelle parti diverse volte ma non ho mai osservato nulla di interessante. Io resto qui, magari passa qualche cosa. Se vuoi fermati anche tu, facciamo due chiacchere e poi andiamo a bere una birra. D’accordo dice Lui, è la seconda volta che vengo da queste parti, per cui va bene qualsiasi cosa.

Passa circa un’ora, quando mi dice: la c’è qualche cosa che cammina, mi giro e li per li, dico: sembra una volpe, poi immediatamente dopo realizzo che si trattava di un bellissimo esemplare di Lupo, solitario. Si ferma, ci guarda con lo sguardo profondo della foto, riprende il suo cammino il linea retta seguendo una falsa traccia di sentiero militare, ogni 15 metri circa, si ferma e ci guarda come per controllare chi siamo e soprattutto se siamo sempre nello stesso punto o se ci siamo spostati. Si nasconde dietro un grande masso………., capisco dopo che la sua intenzione era quella di attraversare il vallone e portarsi sulla sponda opposta, ma purtroppo il vallone è attraversato da un percorso escursionistico piuttosto frequentato, e dopo tre o quattro tentativi di attraversarlo, ha desistito e si è diretto in altra direzione. Il paradosso è che nessuno degli escursionisti presenti che hanno transitato a meno di 20 metri dal masso, ha notato o visto l’esemplare nonostante questo venisse allo scoperto per cercare di attraversare. Ecco spiegata la mia affermazione iniziale che noi non vediamo il Lupo…..ma Lui vede noi. !

La cosa veramente interessante è che Riccardo fa fotografie naturalistiche da pochissimo tempo, e l’ultima cosa che si sarebbe aspettato di incontrare è proprio il Lupo a distanza molto interessante.

Tutte le foto le trovate Qui: https://www.fotonaturalistica.it/lupo/

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.